Quotidiano vs iPad: rischi e vantaggi dei nuovi media

| | Comments (0)
Quotidiano vs iPad: rischi e vantaggi dei nuovi media

"Il giornalismo ieri, oggi e domani: analisi delle nuove forme di comunicazione, tra rischi e vantaggi". È stato questo il tema discusso da Giuseppe Testa, giornalista e scrittore siciliano di fama nazionale, durante l'incontro con venticinque giovani aspiranti giornalisti nelle sale della facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Catania.

Una penna dal grosso calibro che ha incuriosito i presenti da subito attenti e pieni di curiosità. «Cos'è l'informazione? - è stata la prima domanda posta da Testa ai giovani - Non è altro che un prodotto».

In effetti, non si da informazione se non all'interno di una "confezione". Per differenziarsi da una banale comunicazione, l'informazione deve essere confezionata, cioè inserita all'interno di un contesto determinato che cambia in base a cosa si dice, a chi ci si rivolge, al momento sociale-culturale-politico in cui ci si trova e in base a quale mezzo di comunicazione si fa uso: insomma le famose 5W di Lasswell insegnano.

Partendo da questo ragionamento Testa ha effettuato un parallelismo tra il tradizionale quotidiano e il nuovo iPad. Un vero e proprio confronto tra ieri e oggi, caratterizzato da importanti cambiamenti. Infatti, a partire dal momento in cui il primo pc è comparso all'interno di una redazione giornalistica è iniziato a venir meno l'aspetto di "manifattura" dell'informazione e con esso quell'insieme di odori e sensazioni tattili che solo un giornale cartaceo riesce a trasmettere.

E se oggi la carta del giornale viene sostituita da uno schermo digitale e il classico rumore del volta pagina cede sempre più il posto al rapido e inodore click su di un link interattivo, ecco che l'evoluzione (involuzione?) è in pieno atto.

Si tratta di «cambiamenti di "codici"», secondo il professionista siciliano, stiamo vivendo in una fase di totale confusione che porterà alla creazione di un nuovo linguaggio e a un nuovo modo di fare informazione. Che ruolo gioca a questo punto l'attendibilità? Da una parte ci sono i nuovi media che ci bombardano di notizie magari smentendole o rettificandole dopo pochi minuti, dall'altra, ci stanno i quotidiani, che invece, avendo 24h di tempo per documentarsi e accertarsi dei fatti, daranno con più probabilità notizie complete e attendibili.

Ma la velocità è la fonte primaria dello sviluppo dei nuovi media, la gente vuole sapere, ma nel minor tempo possibile. Come sarà allora l'informazione del futuro? «Ai posteri l'ardua sentenza» diceva un certo Manzoni. Così, in un'appassionante analisi dei vari casi, tra ieri oggi e domani, tra giusto e sbagliato, tra attendibile e inattendibile, tra cartaceo e virtuale Testa ha concluso il suo intervento consigliando di fare un uso intelligente delle nuove forme di comunicazione, in quanto «i nuovi media devono essere solo strumenti utili per ampliare le nostre conoscenze, ma guai se fossero la nostra unica fonte!»


Regole per commentare gli articoli
L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non utilizza filtri preventivi e pertanto chi invia il proprio messaggio è il reale e l'unico responsabile del contenuto e delle sue sorti.

Prima di intervenire nel blog è utile sapere che non sono consentiti messaggi:

  • - privi di indirizzo email
  • - anonimi (cioè senza nome e cognome) ma puoi utilizzare uno pseudonimo
  • - pubblicitari
  • - con linguaggio offensivo
  • - che contengono turpiloquio
  • - con contenuto razzista o sessista
  • - il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, etc.)

    La redazione potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. La redazione non potrà essere ritenuta responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

    Invia il tuo commento

    (Se non hai mai scritto su questo blog, il tuo commento dovrà essere approvato dalla redazione. Ti ringraziamo per l'attesa.)

    Accedi al blog per commentare questo articolo oppure lascia un tuo commento senza effettuare la registrazione cliccando direttamente su comment anonymously.

    Ti ricordiamo che i messaggi anonimi (senza nome e cognome) saranno cancellati.




    Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003
    Desideriamo informarti che il Decreto legislativo n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della tua riservatezza e dei tuoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.lgs. n.196/2003, ti forniamo, quindi, le seguenti informazioni:

  • i dati da te forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
  • il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
  • i dati da te forniti non saranno oggetto di diffusione
  • Creative Commons License

    This blog is licensed under a Creative Commons License

    Technorati


    November 2011

    Sun Mon Tue Wed Thu Fri Sat
        1 2 3 4 5
    6 7 8 9 10 11 12
    13 14 15 16 17 18 19
    20 21 22 23 24 25 26
    27 28 29 30      

    About this Entry

    This page contains a single entry by Federica Campilongo published on November 15, 2010 12:32 PM.

    La voce delle immagini was the previous entry in this blog.

    Un mondo meraviglioso? No, di più. is the next entry in this blog.

    Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.

    Tag Cloud